Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il ritiro di Federer© Getty Images

Il ritiro di Federer

Il fuoriclasse svizzero ha annunciato il suo addio al tennis giocato, a 41 anni e dopo 20 tornei dello Slam vinti. Ma al di là delle statistiche lui come icona mondiale rimarrà insuperabile...

Stefano Olivari

15 settembre

  • Link copiato

Roger Federer ha annunciato il suo ritiro dal tennis giocato, dopo la Laver Cup di settimana prossima in cui è coinvolto anche come organizzatore. Probabile che lo si veda ancora in campo in qualche esibizione, ma si può dire che il vero Federer sia finito il 14 luglio di 3 anni fa, in quella finale persa (a 38 anni...) contro Djokovic dopo essere stato ad un niente dal vincerla. Da lì in poi gli infortuni e le operazioni chirurgiche, prima ancora della pandemia, hanno tolto la gioia di vedere lo svizzero in campo in condizioni accettabili. E così, con tutto il rispetto per la Laver Cup che Federer giocherà (forse) nel Team Europe capitanato da Bjorn Borg, l'ultima vera partita del fuoriclasse rimarrà il quarto di finale di Wimb

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi