Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La dimensione di Sinner© LAPRESSE

La dimensione di Sinner

Il punto su ATP Finals, Peng Shuai, Muguruza e Federer...

Stefano Olivari

19 novembre

  • Link copiato

Jannik Sinner ha vinto le sue ATP Finals: più che dominare Hurkacz e perdere al tie-break del terzo set con Medvedev, dopo avere avuto due matchpoint, non poteva fare e non è colpa sua se Berrettini si era fatto male con Zverev lasciandogli il posto. Alle semifinali di Torino andranno Medvedev e Zverev, cioè il numero 2 e 3 del mondo, mentre Sinner è il numero 11 ma già di fatto nei top ten: ma più che la classifica i tennisti guardano la dimensione, lo status, e quelli di Sinner sono ormai altissimi. Le sue prestazioni sono state comunque significative, vittoria contro il polacco che a Miami lo aveva battuto in finale, impedendogli la conquista di Masters 1000 che sarebbe stato clamoroso pur in assenza di Djokovic, e sconfitta di un niente contro il campione che sembra

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi