Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Le belle sconfitte di Jana Novotna© PA

Le belle sconfitte di Jana Novotna

La campionessa ceca di Wimbledon 1998 è morta di cancro a soli 49 anni. Di lei si ricorderanno lo stile, in campo e fuori...

Stefano Olivari

20 novembre 2017

  • Link copiato

Una come Jana Novotna sarebbe un’aliena nel tennis di oggi, ma un po’ lo era anche in quello dei suoi tempi, quando non erano comunque molte le donne in grado di giocare a rete senza farsi perforare dalle superatlete che stavano crescendo di numero. La Novotna era l’incarnazione di quella campionessa emotivamente fragile che conquista, non a caso di lei si ricordano di più le belle sconfitte che le tante grandi vittorie, Wimbledon 1998 su tutte. La brutta sconfitta della campionessa ceca è arrivata alla fine, a soli 49 anni, contro il cancro, mentre fra quelle sul campo rimane nella storia del tennis quella nella finale di Wimbledon 1993, contro Steffi Graf: in vantaggio 4-1 e 40-30 nel terzo set, si bloccò e la tedesca fece 5 game di fila. La p

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi