Altri Sport

GS Noir / Nodar Kumaritashvili

GS Noir: protagonisti e storie in cui allo sport si intrecciano tragedia umana, polemica, a volte mistero. Buona lettura.
Voglio fare grandi cose. Questa prima Olimpiade mi servirà per migliorare. Incredibile: l'Olimpiade! Ancora non ci credo, se mi ricordo come iniziò tutto... Lo slittino è sempre stato di casa da noi, tra nonno, zio e papà.  Sono il campione di Georgia, un po' di esperienza in Coppa del Mondo l'ho già fatta, dai, non sono poi così scarso! Ma il primo della famiglia ad arrivare ad un evento simile sono stato io, è un sogno: voglio rendervi tutti orgogliosi di me. Poi, se proprio andasse male con lo slittino, farò fruttare la mia laurea in Economia...  Insomma, ho solo 21 anni: ho tutto il tempo per decidere il mio futuro. Ora pensiamo a questa gara, ho già fatto tante prove e devo dire la verità... Non mi piace quella penultima curva, non mi sento sicuro. Ora ci riprovo: vai Nodar!  
Nodar Kumaritashvili, slittinista georgiano alla prima esperienza olimpica, prese parte ai Giochi invernali di Vancouver 2010. Campione nazionale in carica con una breve carriera in Coppa del Mondo alle spalle, il 12 febbraio provò oltre 20 volte la pista del Whistler Sliding Centre prima della gara. Nodar scese nuovamente in pista per provare il tracciato, sulla cui sicurezza avevano già espresso dei dubbi numerosi atleti. Alla penultima curva perse il controllo del suo slittino, da cui venne sbalzato fuori pista ad una velocità superiore ai 140 km/h: andò a sbattere con il capo su uno dei piloni d'acciaio sul lato destro del tracciato, il casco poté poco. Nonostante i soccorsi tempestivi e i tentativi di rianimazione, fu dichiarato morto un'ora e mezza più tardi. Aveva appena 21 anni. Kumaritashvili è stato il 4° atleta deceduto nella storia dei Giochi Olimpici invernali. Già pubblicati: Agostino Di Bartolomei (18.01.2017) Leonardo David (25.01.2017) Isaac Gálvez e Dimitri De Fauw (31.01.2017) Riccardo Paletti (09.02.2017) Slobodan Jankovic (13.02.2017) Italo Alaimo (21.02.2017) Abebe Bikila (01.03.2017)   Fabio Ornano @fabio_ornano