Il cuoio

4 giugno 1961, per Sandro Ciotti è "Clamoroso al Cibali"

"The Voice" coniò la celebre affermazione in occasione dell'incontro tra Catania e Inter disputato 60 anni fa e terminato 2-0 per gli etnei

“Clamoroso al Cibali”: chi non ha mai sentito pronunciare questa frase? Sapete quando è nata? Correva l'anno 1961 e l'Inter, allenata per la prima stagione dal “Mago” Helenio Herrera, si giocava lo scudetto con la Juventus. La sfida di ritorno andò in scena il 16 aprile al Comunale di Torino: i nerazzurri, a quattro lunghezze di distanza dai bianconeri, potevano riaprire la lotta per il titolo. Tanti tifosi presero posto a bordo campo, gli spalti dello stadio erano stracolmi: per questo, l'arbitro Gambarotta al 31' decise di sospendere il match. In quei casi, come indicava il regolamento, la vittoria andava attribuita alla squadra ospite. Così fu inizialmente, prima del ricorso della Juve che venne accolto il successivo 3 giugno, decretando la ripetizione della partita. Il giorno dopo l'Inter scendeva in campo per giocare contro il Catania l'ultima gara stagionale. Gli interisti appresero il verdetto del ricorso poco prima di scendere in campo: lo sconforto e la rabbia regnavano nello spogliatoio, inoltre il Catania scese in campo con una grande voglia di rivalsa, in seguito al 5-0 maturato il 29 gennaio nella gara d'andata a San Siro e deciso da quattro autoreti rossoazzurre; oltre che alle dichiarazioni non troppo simpatiche del Mago Herrera sugli avversari, definiti "una squadra di postelegrafonici". Il Catania tirò fuori una grande prestazione, battendo 2-0 i nerazzurri. Proprio dopo la seconda rete degli etnei, siglata da "Todo" Calvanese, ai microfoni di "Tutto il calcio minuto per minuto" il noto radiocronista Sandro Ciotti esclamò la tanto celebre affermazione: “Clamoroso al Cibali”. L'espressione – poi diventata iconica e usata ancora oggi nel gergo calcistico e non solo per indicare un pronostico che viene clamorosamente ribaltato – veniva coniata esattamente 60 anni fa al Cibali di Catania.