Formula 1

Lance Stroll e l'approdo in Force India

© Getty Images

La Force India ha ufficializzato l'ingaggio di Lance Stroll al fianco di Sergio Perez per le prossime stagioni. Si parla non a caso di un accordo pluriennale.

Un vero e proprio “segreto di Pulcinella”. La Force India ha ufficializzato solo nel pomeriggio di ieri sia sul proprio sito che tramite social quello che era chiaro un po' a tutti sin dallo scorso 7 Agosto, quando la cordata guidata da Lawrence Stroll ha acquisito il comando del team: a guidare la seconda monoposto al fianco di Sergio Perez sarà il pilota della Williams (e figlio del Presidente) Lance, che già nei giorni scorsi aveva provato la monoposto inglese in occasione dei test di fine campionato.

Una decisione, questa, che, se ben sfruttata, potrebbe dare al pilota canadese la possibilità di rilanciarsi in Formula 1 dopo due stagioni piuttosto deludenti in Williams. Una possibilità che Lance Stroll nei test voluti dalla Pirelli nei giorni scorsi ad Abu Dhabi sembra aver preso molto sul serio, avendo fatto segnare in entrambe le giornate il terzo tempo (risultato positivo, ma da verificare nei prossimi mesi, visto e considerato che in questa tipologia di test non è dato sapere la quantità di carburante utilizzata dalle squadre per effettuare le tornate in pista).

Ad annunciare nel comunicato diffuso ieri dalla Force India la notizia dell'ingaggio di Lance Stroll è stato il Team Principal Otmar Szafnauer, il quale nel ringraziare Esteban Ocon per il contributo fornito alla squadra nelle ultime due stagioni augurandogli ogni bene per il futuro, non ha esitato a sottolineare come la possibilità di poter contare sia su Perez che su Stroll consente alla Force India di poter schierare una formazione “eccitante” con la perfetta combinazione di giovinezza, talento ed esperienza.

“Lance- sottolinea Szafnauer- ha solo 20 anni e ha già due anni di esperienza in Formula 1 oltre a un podio (il terzo posto a Baku nel 2017 n.d.r.) e una partenza in prima fila (Monza 2017 n.d.r). Vediamo un enorme potenziale in Lance, e crediamo di poter creare un ambiente in cui egli possa fiorire. Il nostro team ha ottenuto grande successo nutrendo e sviluppando piloti giovani e talentuosi, siamo molto entusiasti di poter iniziare il nostro viaggio con Lance”.

Sempre nel comunicato ufficiale vengono riportate le prime dichiarazioni di Lance Stroll, in cui il 20enne pilota canadese nel sottolineare come questo approdo in Force India rappresenti l'inizio di un viaggio incredibilmente entusiasmante nella sua carriera in Formula 1, sostiene di non veder l'ora di poter lavorare con una squadra di successo caratterizzata da una grande cultura, e come questa rappresenti per lui una nuova sfida e di come sia entusiasta di poter abbracciare questa nuova opportunità.

A Stroll il compito di dimostrare con i fatti tutto il suo valore, potendo contare su un accordo con la Force India a lungo termine, ma sopratutto provando a smentire chi afferma che il pilota non meriti di correre in Formula 1, sostenendo che la sua carriera sia stata agevolata dalla ricchezza della sua famiglia. Se ci riuscirà a dimostrarlo o meno, sarà solo il tempo a dirlo.