Formula 1

Presentazione Gp Italia

© Getty Images

La Formula 1 sbarca a Monza per il Gp d'Italia, 14° prova del Mondiale 2018. Triplice diretta tv su SKY, TV8 e RAI

Un appuntamento storico, apprezzato non solo dal pubblico, ma anche dai piloti. La Formula 1 sbarca a Monza per il Gp d'Italia, 14° prova del Mondiale 2018. Una tappa, quella italiana, che al pari del Gp di Gran Bretagna è presente nel calendario mondiale fin dalla sua primissima edizione targata 1950 e che, se eccettuiamo l'edizione 1980 corsa ad Imola, si è sempre svolta a Monza.
Grandissima l'attesa del pubblico per la lotta iridata tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, con il quattro volte campione del mondo inglese della Mercedes che si presenta sul circuito brianzolo con 17 punti di vantaggio sul rivale tedesco della Ferrari, a sua volta seriamente intenzionato a ridurre il gap in classifica, forte della vittoria conseguita  domenica scorsa in Belgio.
Entrambi i piloti amano molto il circuito di Monza, dove hanno già vinto diverse volte in passato: 4-3 il conto delle vittorie a favore di Hamilton, con Vettel che proprio su questa pista ottenne la sua prima vittoria in Formula 1.

MONZA: CENNI STORICI.

Costruito nel 1922 all'interno del parco di Monza per celebrare i 25 anni dell'Automobile Club di Milano, dal 1950 il circuito di Monza ad eccezione del 1980 ha sempre ospitato il Gp d'Italia. Una gara che negli anni ci ha saputo regalare numerose emozioni. 
Come non pensare alla prima vittoria della Ferrari in terra italiana occorsa nel Gp del 1951 con Alberto Ascari (già vincitore del precedente Gp di Germania) grande protagonista, che peraltro conquisterà nei due anni successivi il titolo piloti? Monza è stato anche lo scenario per il rientro ufficiale di Niki Lauda 42 giorni dopo il bruttissimo incidente occorsogli il 1° Agosto 1976 sul circuito del Nürburgring, con il quarto posto conquistato dal pilota austriaco.
Monza, però è stata anche al contempo lo scenario di tre gravissimi incidenti, costati la vita nel 1961 a Wolfgang Von Trips, nel 1970 in occasione delle qualifiche al leader del Mondiale Jochen Rindt, mentre nel 1978 purtroppo a perdere la vita è Ronnie Peterson.
Nel 2000, infine, una ruota staccatasi dalla Jordan guidata da Heinz Harald Frentzen in seguito a un incidente occorso durante il primo giro alla Variante della Roggia colpisce e purtroppo uccide Paolo Gislimberti, uno degli angeli della CEA, il cui compito è quello di garantire la massima sicurezza in pista ai piloti impegnati sul circuito.

Monza, però, non è solo dolore ma anche gioia, con Robert Kubica che nel 2006 conquista il primo podio in carriera, così come Vettel nel 2008 conquista la sua prima storica vittoria in Formula 1.
Andando a ritroso nel tempo, un cenno lo merita anche Clay Regazzoni, il quale all'indomani della tragedia che vide protagonista, come detto, Jochen Rindt, il 6 Settembre 1970 conquista a Monza la sua prima vittoria in Formula 1 a bordo della Ferrari 312 B. Un Gp quello brianzolo, a cui assiste un piccolo Paolo Barilla, il quale, non solo si innamorerà della monoposto progettata da Mauro Forghieri, ma che nel 2016 proverà a riportarla in pista in occasione del Gp storico di Montecarlo, come raccontato nel docufilm Ferrari 312 B.
Più volte il Gp d'Italia a Monza ha assegnato il titolo mondiale piloti, come nel 1950, quando a trionfare fu Nino Farina su Alfa Romeo, o nel 1961 con la vittoria iridata di Phil Hill (funestata però dalla tragica scomparsa del compagno di squadra Wolfgang Von Trips), o nel 1975 quando grazie alla nuova vittoria di Regazzoni a bordo della Ferrari 312 T basta un terzo posto a Niki Lauda per conquistare ìl primo titolo piloti in carriera con il Cavallino Rampante, o nel 1979 con Jody Scheckter che vince gara e titolo grazie al preziosissimo contributo del suo compagno di squadra, Gilles Villeneuve, giunto secondo, in quella che fu una bellissima doppietta Ferrari non solo in gara ma anche in campionato.

Tra i piloti che più di altri si sono esaltati sul circuito brianzolo non possiamo non citare Michael Schumacher, vincitore di 5 edizioni del Gp d'Italia (1996, 1998, 2000, 2003 e 2006 tutte con Ferrari), seguito a quota 4 da Nelson Piquet (1980, 1983, 1986 e 1987) e Lewis Hamilton (2012, 2014, 2015 e 2017).

ASSETTO DELLA MONOPOSTO E GOMME PIRELLI IN ITALIA.

Il tempio della velocità. Così viene soprannominato il circuito di Monza per via della altissime velocità di punta raggiungibili sia in rettilineo, sia nelle curve veloci quali le due Lesmo, e sopratutto la Parabolica, che porta i piloti verso il lungo rettilineo del traguardo. Per questi motivi è necessario che la power unit possa esprimere la massima potenza, restando aperta la farfalla per il 75% del giro, e che l'assetto possa essere il più scarico possibile (con minor carico aerodinamico sia sull'ala anteriore che su quella posteriore), permettendo così alla monoposto di poter essere la più veloce possibile in pieno rettilineo.
Attenzione, però: massima velocità vuol dire anche maggior carico aerodinamico (sia longitudinale, in accelerazione e in frenata, sia trasversale), e quindi maggiori possibilità di formazione di blistering sulle gomme. Per questi motivi la Pirelli ha portato a Monza come fatto nelle ultime stagioni le gomme supersoft, soft e medie. Un buon compromesso tra la ricerca della prestazione e la maggior durata in pista in ottica gara, visto che effettuare una sosta costa ai piloti tra i 23 e i 25 secondi circa. Prevedibile, quindi, la scelta di effettuare un solo pit-stop.

COPERTURA TV SU SKY, TV8 E RAI.
 
Il Gp d'Italia presenta una tripla copertura televisiva rigorosamente in diretta: a SKY e a TV8 (al debutto con le gare LIVE) si affiancherà eccezionalmente anche la RAI.
Dopo che le prime due sessioni di prove libere sono state trasmesse oggi da SKY SPORT F1 HD, SKY SPORT UNO e da RAISPORT, la terza sessione di prove libere in programma domani alle 12 verrà trasmessa da SKY SPORT F1 HD, SKY SPORT UNO, da RAISPORT e da TV8.
Le Qualifiche in programma domani a partire dalle 15 verranno trasmesse da SKY SPORT F1 HD, SKY SPORT UNO, da TV8 e da RAIDUE,mentre la gara verrà trasmessa domenica con inizio alle ore 15:10 sempre in diretta da SKY SPORT F1 HD, SKY SPORT UNO, da TV8 e da RAIUNO.