Formula 1

F1, Gp Russia: Mercedes vicinissima al titolo Costruttori

Solamente tre passi, pardon tre punti, la separano dal titolo Costruttori. Come avvenuto già lo scorso anno la Mercedes potrebbe vincere a Sochi in occasione del Gp di Russia il secondo titolo a squadre consecutivo. 506 i punti fin qui conseguiti, 169 in più della Ferrari, seconda in classifica a quota 337: il dominio Mercedes (anche se leggermente meno intenso rispetto alla scorsa stagione) si avverte anche da questo. Statistica F1 Costruttori 2015 prima di GP Russia Interessante in tal senso la schermata diffusa ieri sera dalla FOM sulla distribuzione tra i vari piloti della classifica costruttori fino a questo punto del campionato, che, sperando di farvi cosa gradita, andiamo qui ad allegare. Come possiamo vedere, il 54.7% dei punti conseguiti dalla scuderia tedesca sono stati conseguiti da Hamilton, il 45.3% da Rosberg. Una situazione quasi equilibrata rispetto ad altri team (vedi Ferrari e McLaren con rispettivamente Vettel e Alonso con una percentuale di punti maggiore rispetto a Raikkonen e Button, anche se il team con più differenza di punti tra i piloti è sicuramente la Lotus, con Grosjean in partenza verso la Haas autore del 73.3% dei punti ottenuti in Coppa Costruttori e Maldonado solo del 26.7%), e che conferma come per puntare seriamente al titolo costruttori sia importante avvalersi di entrambe le monoposto. Eppure, nonostante il primo traguardo stagionale sia in fondo a un passo, le insidie non mancano: vero, lo scorso anno le Mercedes dominarono qui a Sochi, ma vale la pena ricordare che lo scorso anno la Pirelli portò in pista gomme medie e dure, le mescole più dure dell'intera gamma a disposizione. Quest'anno invece, dopo la gara monotona della scorsa stagione, caratterizzata da un solo pit stop, il produttore milanese ha fatto una scelta diametricalmente opposta portando in pista le mescole più morbide, e cioè quelle stesse gomme soft e supersoft utilizzate a Singapore, unica gara in cui la Mercedes ha profondamente deluso nell'arco della stagione. Si può quindi comprendere la prudenza con cui la scuderia tedesca si stia approcciando alla gara, che si preannuncia decisamente complicata per tutti i team a causa dei numerosi problemi che hanno caratterizzato la prima giornata di prove libere (le chiazze di diesel lasciate da una spazzatrice che doveva pulire il tracciato tra il secondo e il terzo settore prima della FP1 e che nel corso della sessione ha rappresentato una fortissima insidia per i piloti per via della decisione dei commissari e della FIA di utilizzare dell'acqua ad altissima pressione per toglierle anziché il filler, con il risultato di rendere la pista ancora più scivolosa e di costringere i piloti a dover montare in una primissima fase per circa 150-250 m di circuito delle gomme intermedie sfruttandole dov'era bagnato e rischiando comunque di scivolare, e bruciando la mescola dove la pista era perfettamente asciutta. A questo problema si è poi aggiunta la pioggia sul finire della FP1 e durante tutta la FP2, che ha costretto buona parte dei team a non girare molto visto che per oggi e domani viene data pista asciutta). Caratteristiche Circuito Se Rosberg vede quindi la Ferrari come una seria minaccia per questa gara, a Maranello usano i piedi di piombo. Vero, l'obiettivo di Vettel è puntare al podio ma in Ferrari non nascondono come il layout della pista di Sochi, decisamente diverso da quello di Singapore come possiamo vedere dalla schermata allegata, potrebbe essere non proprio favorevole per la SF 15-T, nonostante le mescole siano le stesse usate a Marina Bay, e nonostante entrambi siano circuiti cittadini. Diventa quindi fondamentale la FP3 di questa mattina: in solo un'ora i piloti dovranno fare una rapidissima simulazione di qualifica con le gomme supersoft in vista delle vere e proprie qualifiche di oggi pomeriggio, per poi concentrarsi direttamente sul long run in modo da poter capire a pista asciutta quanti giri sono in grado di resistere sia la gomma supersoft che la gomma soft. L'auspicio è quindi quello di poter assistere a delle qualifiche (diretta su SKY SPORT F1 HD dalle 14 alle 15, differita su RAIDUE dalle 19:35) e domani a una gara (diretta SKY alle 13, differita RAIDUE alle 21) estremamente combattuta. Mercedes permettendo. Rüdiger Franz Gaetano Herberhold