Formula 1

Formula 1, Raikkonen e la riconferma in Ferrari

Una scelta all'insegna della continuità. Una scelta che forse farà storcere il naso a diversi tifosi, ma ancor più a chi sosteneva da tempo che ormai tra la Ferrari e Valtteri Bottas era ormai tutto fatto, che non sarebbe stata minimamente esercitata l'opzione di rinnovo a favore di Kimi Raikkonen presentando questa o quella fonte. Alla fine, come dicevamo all'inizio, in Ferrari ha prevalso la scelta della continuità ma anche della fiducia nei confronti del campione di Espoo, e quindi sarà ancora Kimi Raikkonen ad affiancare Sebastian Vettel durante la prossima stagione. “La Scuderia Ferrari comunica di aver rinnovato l’accordo di collaborazione tecnico-agonistica che la lega a Kimi Raikkonen. Nella prossima stagione sportiva la squadra sarà ancora formata dal pilota finlandese e da Sebastian Vettel”. Questo il contenuto del Comunicato Stampa diffuso ieri dalla Scuderia di Maranello ad opera del Team Principal, Maurizio Arrivabene, a cui poi sono seguite le dichiarazioni da parte del pilota finlandese “Poter rimanere ancora una stagione in Ferrari significa che il sogno continua. Come ho sempre detto, per me la Scuderia è come una famiglia ed è con questa squadra che voglio concludere la mia carriera. Sono più motivato che mai e molto grato a chi mi ha offerto questa possibilità. Un grande ringraziamento va anche a tutti i tifosi della Ferrari che mi hanno sempre sostenuto”. Una scelta, quella di confermare Kimi Raikkonen, che indirettamente chi scrive aveva anticipato in queste colonne lo scorso 11 Luglio (http://blog.guerinsportivo.it/blog/formula-1/2015/07/11/f1-kimi-e-la-ferrari-del-2016). Nell'analizzare i possibili candidati al posto del pilota finlandese in Ferrari, all'epoca scrissi infatti che al momento il candidato numero 1 a sostituire Kimi Raikkonen in Ferrari non poteva che essere Kimi Raikkonen stesso. Vero, più volte nel corso della stagione il campione finlandese ha compiuto numerosi errori denotando una certa tensione quando il cronometro comincia a contare veramente, ma è anche vero che nel corso delle prove libere Kimi ha dimostrato più volte di essere competitivo, anche in diverse circostanze più rapido di Vettel, con cui è molto amico. Non dimentichiamoci poi l'ottima gara disputata da Kimi in Ungheria con un preziosissimo secondo posto a portata di mano, e purtroppo non concretizzatosi a causa di un problema tecnico al kers della Ferrari numero 7. Dimostrazione, quindi, che il problema di Raikkonen è un malessere non di guida ma psicologico, forse legato proprio a questa situazione del rinnovo contrattuale, ora di fatto superata. Una conclusione alla quale deve essere arrivata anche la Ferrari stessa, la quale ha deciso quindi di dare fiducia ancora una volta al pilota finlandese, e che è stata ben specificata nelle dichiarazioni successive al rinnovo di contratto da parte del Team Principal, Maurizio Arrivabene. “Siamo convinti che la conferma di Kimi per la prossima stagione contribuirà a dare ulteriore stabilità al team, principio sul quale ci basiamo contando anche sull’ottimo rapporto che lega Kimi e Seb. Da parte nostra è una grande dimostrazione di fiducia che ci aspettiamo venga ben ripagata”. Magari, già a partire dal GP del Belgio, in programma questo weekend sul circuito di Spa-Francorschamps (diretta SKY, differita RAI), ritenuto dai piloti una sorta di università, amatissimo anche da Kimi, dove in passato ha disputato delle grandissime gare trionfando in ben 4 edizioni (nel 2004 e nel 2005 con la McLaren allora motorizzata Mercedes, nel 2007 e nel 2009 con la Ferrari). Rüdiger Franz Gaetano Herberhold