Formula 1

La Force India e la scelta delle gomme.

Due compound di gomme scelti autonomamente da Pirelli e comunicati ai team con largo anticipo. Chiunque segue la F1 segue con attenzione queste informazioni in modo tale da cominciare piano piano a capire quale team potrebbe trovarsi meglio, tenendo conto anche delle caratteristiche del tracciato. Una situazione, questa, che forse potrebbe cambiare nei prossimi anni. Entrata solo a partire da quest'anno nello Strategy Group, la Force India si è fatta promotrice di una iniziativa destinata a portare maggiore suspance nella tre giorni del GP: dare modo a ciascun team di poter scegliere autonomamente le due mescole da utilizzare sia nelle prove libere e nelle qualifiche che anche in gara (rimarebbero fisse le attuali gomme intermedie e da bagnato). Intervistato da Auto, Motor und Sport, il Direttore tecnico della scuderia di Vijay Mallya, Otmar Szafnauer, ha meglio precisato la proposta proveniente dal suo team. “Pirelli ha quattro mescole differenti nella sua gamma. Quindi perché non potrebbe essere possibile per ogni squadra scegliere singolarmente le due tipologie da utilizzare? Se ciascun team comunicasse a Pirelli con un anticipo di quattro settimane il tipo di gomma che ha intenzione di utilizzare ad ogni Gran Premio, gli pneumatici potrebbero essere prodotti in tempo e senza aumentare i costi. I compound selezionati dovranno rimanere segreti fino al giovedi prima della gara, in modo che questa giornata possa rappresentare un punto di svolta interessante dal punto di vista delle discussioni tecniche”. Non c'è dubbio che la proposta della Force India possa sicuramente portare maggiore spettacolo nel weekend in gara. Fino a ora visto sia il differente comportamento dei pneumatici pista per pista sia a causa delle differenti condizioni atmosferiche sia per le caratteristiche delle singole monoposto, assistevamo a gare in cui una data monoposto poteva essere più o meno in vantaggio o svantaggio non appena inserito un determinsato compound. Nel caso in cui lo Strategy Group dovesse accettare la proposta del team indiano sicuramente vedremo gare nettamente più combattute in quanto i team si sentirebbero così liberi di lottare ognuno con le proprie mescole preferite con il risultato di avere delle strategie tecniche più o meno aggressive. Resta da chiedersi se alla fine anche altri team appoggino o meno questa proposta. Cari Guerinetti, cosa ne pensate di questa proposta targata Force India? Favorevoli o contrari? Rüdiger Franz Gaetano Herberhold