Calciobidone

Armenteros, confusione dalle origini

«Volevo fare un’esperienza come questa. È chiaro, non sono in un top club ma spero di fare la differenza»

Chi? Un nome, il suo, di primo acchito arrembante (Kristian Samuel Armenteros Nunez Jansson), che potrebbe appartenere a un rivoluzionario sudamericano (come Che Guevara), pronto a tutto pur di difendere i propri ideali. Ma di quest’impressione di azzeccato non c’è neppure la provenienza, visto che è uno svedese di origini cubane, difficile da vedere in giro per Stoccolma o a l’Avana ed ancor più raro da trovare rispetto ad un Ibrahimovic (ma solo per la mescolanza delle proprie origini).

Eppure la dirigenza del Benevento, forse colpita proprio da questo aspetto, è riuscita a pescare il ragazzo in Olanda complice il suo exploit nell’ultima annata disputata in Eredivisie (con 19 reti) per la cifra di 2 milioni di Euro. Ma nella disastrosa stagione dei sanniti, non è riuscito a lasciar traccia di sé, realizzando appena una rete al Sassuolo, peraltro ininfluente ai fini del risultato. Già a febbraio, visti i risultati, non rientra nei piani di Mister De Zerbi e passa a giocare in prestito al Portland Timbers, nel campionato degli Stati Uniti. Ibra è lontano anni luce…Pittoresco.

Vota il Calciobidone 2018!

Cristian Vitali @Stracult

Calciobidoni.it @Calciobidoni