Calciobidone

Gabigol: dopo il «Jolly» nel 2016 arriva il «Calciobidone 2017»

Il Calciobidone torna ad eleggere il flop straniero dell’anno, e lo fa in grande stile, superando ogni precedente record.

Il Calciobidone torna ad eleggere il flop straniero dell’anno, e lo fa in grande stile, superando ogni precedente record. Non solo è stato abbattuto il muro delle diecimila votazioni (10.450 i votanti complessivi), ma il trionfatore ha fatto addirittura meglio del predecessore Kondogbia: se infatti il francese dell’Inter vinse nel 2016 con l’impressionante media del 49,7% delle preferenze, il suo erede ha fatto ancora di “meglio” arrivando ad un imperioso 53,6%!

UN PODIO DA BRIVIDI – L’autore di tale performance, del resto, era il favorito numero uno, impressione rafforzata anche dalla sua affermazione nel “Jolly” dello scorso anno, che gli ha spalancato le porte alla competizione ufficiale (ed è la prima volta che un vincitore del Jolly vinca anche il Calciobidone). Stiamo parlando del brasiliano Gabigol, che con 5.596 preferenze ha lasciato le briciole agli avversari. Al secondo posto, infatti, con 1.242 voti (11,9% dei votanti), un’altra nostra vecchia conoscenza, che ha rischiato di bissare il successo del 2015, relativo a quando vestiva la maglia della Roma: Juan Manuel Iturbe, deludente anche nel periodo in prestito al Torino e ormai desaparecidos in Messico. Terza piazza invece per il belga Vermaelen, oggetto misterioso alla Roma: in 1.006 (9,6%) hanno scelto il suo nome. Fuori dal podio l’ex milanista Bacca (877 voti e l’8,4%), nonostante i gol realizzati nel suo biennio in Italia percepito come “corpo estraneo” nella formazione rossonera. 

IL NUOVO RONALDO – Il Calciobidone, l’ironico e beffardo “premio” organizzato da Calciobidoni.it del Blogger e Scrittore Cristian Vitali, giunto alla sua 9^ Edizione (grazie alla collaborazione di Fantagazzetta, Guerin Sportivo e Delinquenti prestati al mondo del pallone), ha così premiato, per l’ennesima volta (ben 6 volte su 9 complessive) un calciatore dell’Inter: Gabriel Barbosa Almeida, meglio conosciuto come Gabigol, che a Milano fu presentato in pompa magna per la bellezza di 30 milioni di Euro. Considerato in pratica come il nuovo Ronaldo (quello dell’Inter, che giunse in nerazzurro esattamente vent’anni fa), si è invece rivelato un grande bluff, con appena una rete facile facile al Bologna e ben tre allenatori, che si sono alternati sulla panchina nerazzurra in una stagione difficile, per nulla disposti a puntare su di lui. TUTTI I JOLLY – Come di consueto, i tifosi ulteriormente delusi dall’assenza – dalla “Flop Ten” dei finalisti – di nomi considerati ben peggiori, hanno potuto sfogarsi nel “Jolly”, che ha registrato un altro record: ben 63 sono stati i giocatori segnalati, di cui citiamo i primi dieci: a vincere è il croato Marko Pjaca della Juventus (pagato 23 milioni di Euro nel 2016 e appena passato allo Schalke 04), che con il 10% delle preferenze ha preceduto due romanisti: seconda piazza per il brasiliano Bruno Peres (9%), in netta involuzione rispetto al pimpante vissuto al Toro, e il giovane oggetto misterioso Gerson (7%). Seguono Niang (che in estate è passato dal Milan al Torino), Gustavo Gomez (Milan), Hart (portiere del Toro nella scorsa stagione), Nagatomo (Inter), Dani Alves (ex Juventus), Luiz Adriano (ex Milan, tra i candidati dello scorso anno quando si classificò 5°) e infine Memushaj (Benevento, ex Pescara). L’Inter si conferma ancor di più “regina” del premio “aggiudicandosi” il Calciobidone per la sesta volta in nove Edizioni complessive: i vincitori nerazzurri del passato, lo ricordiamo, furono Quaresma (2009 e 2010), Forlan (2012), Belfodil (2014) e infine Kondogbia (2016). Per quanto riguarda il “Jolly”, si rivede invece un giocatore della Juventus dopo il brasiliano Lucio nel 2012.