Calcio

Lo strano record di Kepa

© Getty Images

Una delle storie dell'estate è l'incredibile cifra pagata dal Chelsea di Sarri per il portiere basco, dovuta anche alle pressioni di Courtois. Rimane il fatto che sul mercato, nonostante questa operazione da 80 milioni, i portieri siano mediamente sottovalutati...

Chi è Kepa? Dopo l’operazione da 80 milioni di euro che ha portato il portiere basco dall’Athletic Bilbao al Chelsea di Sarri abbiamo letto questo titolo su più di un giornale inglese: segno di umiltà e di vicinanza ai lettori, perché ad altre latitudini si sarebbe spiegato al popolo bue che Kepa è il più grande portiere di tutti i tempi, da sempre tifoso della squadra che lo ha ingaggiato.

Certo è che Kepa Arrizabalaga Revuelta non è proprio uno sconosciuto, visto che ha giocato da titolare nella Liga per una stagione e mezzo e che era un obbiettivo di vari club, fra cui il Real Madrid che poi ha preso Courtois per 35 milioni: il Chelsea ha quindi nella sostanza pagato 45 milioni per scambiare uno dei migliori portieri del mondo con un ventiquattrenne che con i club non ha ancora giocato in vita sua nemmeno una partita (!) nelle coppe europee, pur essendo nel giro della nazionale con un eccellente passato giovanile e la convocazione di Lopetegui, fra l’altro ex portiere, fra i 23 per il Mondiale russo. Insomma, la dimensione internazionale di Kepa è per il momento simile a quella di Perin.

Che la valutazione di Kepa sia esagerata non lo diciamo noi, ma lo stesso Athletic Bilbao che a gennaio lo aveva in pratica già venduto al Real per 20 milioni prima che Zidane (da bravo allenatore-gestore non voleva turbare Keylor Navas e spaccare lo spogliatoio) si opponesse con forza. In quell’occasione ci fu il prolungamento del contratto con i baschi e la fissazione della clausola rescissoria a 80 milioni, che si pensava nessuno avrebbe mai pagato nella storia. Invece un Chelsea messo alle strette da Courtois, che aveva soltanto un anno di contratto, ha alla fine strapagato un portiere valido ma che non è nemmeno paragonabile ad Alisson (62,5 milioni per il passaggio dalla Roma al Liverpool) e allo stesso Courtois.

I campioni nel ruolo rimangono comunque sottovalutati, se si pensa all’incidenza di un portiere sui risultati: tanta e molta più di prima, in un calcio in cui metà dei gol nasce da calci piazzati. Al terzo posto nella classifica all time rimane infatti il passaggio di Buffon dal Parma alla Juventus nel 2001, per 53 milioni di euro che tenendo conto dell’inflazione oggi sarebbero circa 67: il secondo posto virtuale dovrebbe quindi essere dell’attuale portiere del PSG.

Non stiamo sostenendo che Kepa sia scarso, anzi nelle fondamentali uscite sia alte sia basse è molto rapido e coraggioso (il suo modello pare essere Neuer, per citare un nome famoso) e anche nel suo esordio contro l’Huddersfield Town ha mostrato buona personalità, ma che il calciomercato segue logiche più mercantili che sportive. Diversamente fra i trasferimenti record dovrebbero esserci sempre i portieri.