Calcio

Allenatori che sanno vincere

© Juventus FC via Getty Images

In Serie A su 20 allenatori c'è solo uno "straniero"

Il 18 ottobre 2017 è tornato ad allenare il Cagliari subentrando a Rastelli. E così l'uruguaiano Diego Lopez, dopo l'esonero di Sinisa Mihajlovic dal Torino, rimane l'unico allenatore straniero della Serie A. Un dato interessante se paragonato al passato recente del campionato italiano. Che fine hanno fatto i top allenatori stranieri di una volta? Per il momento hanno scelto altri lidi. L'ultimo straniero a vincere lo scudetto in Italia è stato Mourinho, protagonista dell'incredibile Triplete sulla panchina interista nel 2010. 

TITOLI - Dal 2011 a oggi in c'è stato il dominio di Conte (tre titoli) e Allegri (quattro). Oggi l'allenatore della Juventus è l'unico, tra i 20 in carica, ad aver vinto il campionato in Italia. Ci sono altri vincenti? Pochi, anzi pochissimi. Nella parte alta della classifica c'è Spalletti, con due coppe Italia e una supercoppa risalenti alla sua prima esperienza romana, oltre al consistente bottino russo con lo Zenit di San Pietroburgo (2 scudetti, 1 coppa nazionale 1 supercoppa). Poi c'è Simone Inzaghi, che con la Lazio ha vinto la supercoppa lo scorso 13 agosto. Per trovare altri allenatori con titoli in bacheca bisogna scorrere la classifica fino al Torino dove Mazzarri può mostrare la Coppa Italia nel 2012 vinta con il Napoli. Troviamo inoltre l'allenatore del Genoa Ballardini, che con la Lazio vinse la Supercoppa nel 2009, e infine c'è il nuovo allenatore del Crotone Walter Zenga, vincitore di uno scudetto in Romania con la Steaua Bucarest e di uno in Serbia (oltre a una coppa nazionale) con la Stella Rossa. Riassumendo: dei 20 allenatori attualmente in Serie A, solamente 6 hanno vinto qualcosa da tecnici, solo in 5 lo hanno fatto in Italia e di questi solo uno ha vinto lo scudetto. Infine, un altro dato su cui riflettere: nessuno può vantare un trofeo internazionale, anche se va tenuto conto delle due finali di Champions in tre anni del solito Allegri.

BIG - L'ultimo a lasciare la serie A con un titolo in bacheca è stato Vincenzo Montella (supercoppa 2016 con il Milan), ora al Siviglia. Ma tanti altri hanno salutato il campionato italiano, e non solo gli stranieri. Difficilmente rivedremo King Carlo Ancelotti su una panchina italiana che non sia quella azzurra. Roberto Mancini sta provando l'esperienza russa, dopo aver vinto in Premier League, Monsier Claudio Ranieri è ora in LIgue1 dopo il trionfo inglese con il Leicester. Anche Benitez, dopo il Real, ha scelta addirittura la Championship inglese, centrando la promozione con il Newcastle. Petkovic, una Coppa Italia con la Lazio nel 2013, oggi allena la Svizzera, che a differenza dell'Italia, sarà presente ai Mondiali del 2018. Luis Enrique è diventato grande dopo aver lasciato la Roma. E Klopp? Pochettino? Simeone? Per il momento restano dove sono. In attesa che l'Italia ricostruisca il suo prodotto e torni una meta calcisticamente attraente.

Sondaggio

Vota il Calciobidone 2017

Tutti i sondaggi