Mondiali

Italia, De Rossi-Immobile piegano l'Albania. Gara sospesa per 8'

Una vittoria fondamentale che consente all'Italia di restare nella scia della Spagna: a Palermo, Albania battuta (2-0) grazie alle reti di De Rossi e Immobile. Spiacevole episodio al 57°, quando l'arbitro sloveno Vincic ha dovuto sospendere la gara per 8 minuti a causa di alcuni petardi lanciati da tifosi ospiti. Prestazione azzurra non entusiasmante ma concreta. Ventura si affida al 4-2-4 proponendo Candreva e Insigne come esterni offensivi, mentre il tecnico italiano dell'Albania De Biasi risponde con un ermetico 4-5-1. Dopo appena 45 secondi combinazione Agolli-Roshi-Cikalleshi, sinistro in diagonale dell'attaccante di poco sul fondo. Gli ospiti sono più intraprendenti nei primi minuti e si ripresentano dalle parti di Buffon con il taglio centrale di Roshi (4°), che conclude di destro sul fondo. All'11° Basha atterra in area Belotti: rigore, che scatena il primo pericoloso lancio in campo di alcuni petardi. De Rossi va sul dischetto e spiazza di destro Strakosha per l'1-0. Ancora il frizzante Roshi sfugge a Barzagli (23°) però conclude debolmente di destro. L'Italia ci riprova: su angolo battuto da Candreva, incornata sopra la traversa di De Rossi (38°). La stessa azione in fotocopia sarà riproposta al 44°, con il medesimo esito. Un minuto prima Verratti innesca benissimo in profondità Belotti che scatta e sfodera un destro teso (ignorando Immobile smarcato alla sua sinistra), Strakosha alza in corner. L'Albania chiude le ostilità della prima frazione mandando al tiro Roshi (45°) con un destro di prima intenzione che si spegne oltre il fondo. Squadre all'intervallo con gli azzurri in vantaggio, leggermente incerti con troppa corda lasciata al citato Roshi sulla corsia mancina. Formazioni in campo alla ripresa del gioco senza cambi. Al 56° si intensificano di nuovo i lanci di petardi da parte di un settore occupato da tifosi albanesi e un minuto dopo l'arbitro Vincic è costretto a decretare la sospensione della partita. Dopo 8 minuti di stop e con il cielo ormai sgombro dal fumo bianco, si ricomincia. Candreva due volte alla conclusione (61° e 65°), prima da 30 metri e poi da pochi passi: Strakosha neutralizza in entrambi i casi. Al 71° l'Italia raddoppia con la precisa incornata in diagonale di Immobile, bravissimo a capitalizzare il traversone da destra di Zappacosta. Il pallone bacia il secondo palo e si insacca. Non ci sono altri sussulti da segnalare. Italia batte Albania 2-0: ora Ventura, che questa sera non ha effettuato neppure un cambio, stravolgerà sicuramente la squadra per l'amichevole di Amsterdam contro l'Olanda. Il tabellino. 24 marzo 2017, Palermo, stadio "Renzo Barbera", qualificazioni Coppa del Mondo 2018 Italia-Albania 2-0 Italia (4-2-4): Buffon (C); Zappacosta, Barzagli, Bonucci, De Sciglio; De Rossi, Verratti; Candreva, Belotti, Immobile, Insigne (In panchina: Donnarumma, Meret, Romagnoli, Rugani, Darmian, D'Ambrosio, Gagliardini, Parolo, Sansone, Éder, Petagna, Verdi). Commissario Tecnico: Gian Piero Ventura. Albania (4-5-1): Strakosha; Hysaj, Veseli, Ajeti, Agolli (C); Lila (67° Sadiku), Basha (88° Latifi), Kukeli, Memushaj, Roshi (78° Grezda); Cikalleshi (In panchina: Alla, Llullaku, Shehi, Xhaka, Aliji, Balaj, Hyka, Abrashi, Hoxha). Commissario Tecnico: Gianni De Biasi. Arbitro: Vincic (Slovenia). Reti: 12° De Rossi rig., 71° Immobile. Note: ammoniti Memushaj (11°), Agolli (23°), Veseli (70°), Roshi (74°), Kukeli (78°); minuti di recupero: primo tempo 1, secondo tempo 1. Le pagelle degli azzurri.  Buffon s.v. : chiamato in causa raramente, non viene mai impegnato nel vero senso del termine. Zappacosta 6,5: soffre all'inizio sullo sgusciante Roshi, poi prende sicurezza. Suo il traversone per il raddoppio di Immobile. Barzagli 5,5: si fa sfuggire Roshi che va al tiro, in generale pare leggermente incerto. Bonucci 6,5: puntuale e sicuro in chiusura, senza sbavature. De Sciglio 6: compie il consueto lavoro diligente in copertura per tutta la partita. De Rossi 6: realizza il 20° gol in azzurro, spiazzando Strakosha dal dischetto. Per il resto si limita a gestire il traffico in mediana. Verratti 7: smista molti palloni, si va valere in tackle. Imbecca Belotti in profondità, in generale ottima prestazione. Candreva 6,5: si fa notare per i calci d'angolo che fruttano altrettanti assist per De Rossi. Due volte al tiro. Belotti 7: propizia il rigore dell'1-0, va al tiro al 43° ma Strakosha alza in angolo. Quando parte palla al piede è micidiale. Immobile 7: molto movimento e la consueta generosità. Realizza il 2-0 con un preciso colpo di testa incrociato. Insigne 6,5: ripiega spesso per raddoppiare sulle avanzate del compagno di club Hysaj. Partita di notevole sacrificio sulla sinistra. Il post partita. Gian Piero Ventura (C.T. Italia). "All'inizio abbiamo messo grande voglia di fare e attenzione, ma poca fluidità nel gioco. A parte i primi minuti la porta di Buffon è stata sempre al sicuro. Oggi per noi è un altro piccolo passo in avanti: siamo un gruppo vero, nuovo e giovane che vuole costruire qualcosa. Verratti? Ha fatto cose importanti, non avevo dubbi e per questo non sono stupito". Marco Verratti (centrocampista Italia). "Sapevamo sarebbe stata una gara difficile, l'abbiamo preparata molto bene. Grande partita da parte nostra, la squadra ha creato tanto: peccato non aver realizzato altri gol. In questo gruppo c'è bisogno di tutti, personalmente cerco sempre di dare il massimo per applicare le indicazioni del Mister: in azzurro gioco in modo diverso rispetto al PSG. Pochissime Nazionali sono organizzate come noi. Era molto importante vincere oggi, anche in vista del match decisivo con la Spagna. Sono felice sia per la prestazione collettiva che individuale". Daniele De Rossi (centrocampista Italia). "Palermo mi porta fortuna, qui segnai anche il mio primo gol al debutto in Nazionale. La risposta della città è stata bellissima, merita di respirare il grande calcio. La sospensione per il lancio di petardi è stata sicuramente un fatto brutto per entrambe le squadre e dispiace per gli ottimi rapporti che ci legano all'Albania".   Fabio Ornano @fabio_ornano