Europei

Eurorivali: Lucerna, l'anti-Sassuolo

L'avventura in Europa League del Sassuolo inizierà giovedì 28 luglio con l'andata del terzo turno preliminare. Primi avversari dei neroverdi saranno gli svizzeri del Lucerna, come deciso oggi dai sorteggi di Nyon. Il Fussball Club Luzern (questa la denominazione originale) ha in bacheca un campionato svizzero (1988-89) e due Coppe di Svizzera (1959-60 e 1991-92). Dall'ultimo successo, tanti alti e bassi: di mezzo anche due stagioni in Challenge League (la Serie B elvetica), qualche finale di coppa nazionale, un secondo posto in campionato e il terzo della scorsa stagione, che è valso l'approdo ai preliminari di Europa League. E proprio nelle competizioni europee il Lucerna ha fatto il suo esordio contro una squadra italiana: era la stagione 1960-61 e la Fiorentina eliminava gli svizzeri nei quarti di finale (effettivamente erano un primo turno) della Coppa delle Coppe, con un risultato complessivo di 9-2. Oggi il Lucerna, allenato in passato da Ciriaco Sforza e Murat Yakin, è affidato alla guida tecnica di Markus Babbel, 43enne ex difensore del Bayern Monaco e del Liverpool e campione d'Europa con la Germania nel 1996. Per Babbel, che ha guidato in precedenza Stoccarda, Hertha Berlino e Hoffenheim, sarà in pratica la terza stagione sulla panchina degli svizzeri: è arrivato nell'ottobre del 2014 in sostituzione di Bernegger, salvando la squadra che era all'ultimo posto e poi proseguendo in un progetto di crescita che continua ancora oggi. La rosa è un mix di giocatori molto esperti e belle speranze del calcio (soprattutto) svizzero: tra i primi ci sono il portiere Zibung, ormai una colonna della squadra dal 2003, il 35enne difensore centrale Ricardo Costa, arrivato dal Granada e noto per le sue avventure al Valencia e con il Portogallo, il terzino sinistro Lustenberger, capitano della squadra, e i fratelli Christian e Marco Schneuwly, rispettivamente 28enne esterno di centrocampo e 31enne centravanti. Tra i giovani, occhi puntati sul 19enne Cedric Itten, punta in prestito dal Basilea, e i suoi compagni di Under 20 svizzera Joao Oliveira (chiare origini portoghesi) e Nicolas Haas. A fare un po' da collante tra l'anima giovane e quella esperta ci sono il giocatore probabilmente più rappresentativo, l'austriaco Jakob Jatscher, 27enne presente anche ad Euro2016, il mediano del Kosovo Hekuran Kreyziu, classe 1993 e l'attaccante australiano Tomi Juric, 16 presenze e 2 reti nella sua nazionale. Il Lucerna di Babbel, che prima di incontrare il Sassuolo giocherà sabato prossimo il primo turno di campionato contro il Lugano, è solito schierarsi con il 4-2-3-1: se l'indicazione sarà confermata, bisognerà vedere se il centravanti sarà l'esperto Marco Schneuwly o se il tecnico tedesco punterà sulla freschezza e la fisicità del nuovo acquisto Itten. In difesa due terzini di spinta: a sinistra l'intoccabile Lustenberger, a destra si giocano una maglia da titolare Sarr e Thiesson, con quest'ultimo favorito. In difesa l'esperienza di Ricardo Costa sarà un valore aggiunto, in mediana la sorpresa potrebbe essere Simon Grether, centrocampista centrale appena arrivato dal Wohlen. L'ostacolo Lucerna non pare insormontabile, seppur per una squadra esordiente come il Sassuolo: la maggiore qualità degli emiliani dovrebbe garantire a Di Francesco di non soccombere di fronte alla quadrata organizzazione svizzera. Unico punto a sfavore è la preparazione fisica: il Lucerna sarà più pronto, visto che il campionato sta già iniziando. Può essere un fattore importante, ma sul campo chi gioca meglio, di solito vince. E i sogni europei del Sassuolo non possono spegnersi così in fretta. Edoardo Cozza