Calcio

Calciobidone 2015 - Armero

Provenienza: West Ham (Inghilterra) 2014-2015: Milan 8 presenze, 0 reti 2015-2016: Flamengo (Brasile) Frase: «Finalmente arrivo in una grande squadra, voglio trovare spazio qua e fare bene» Armero: prestante a letto, deludente in campo In Italia è stato protagonista di un’involuzione continua, dalla quale non partiva nemmeno in “pole position”: esordisce infatti tutto sommato discretamente con l’Udinese, ma poi finisce per soffrire oltremodo la concorrenza di Giovanni Pasquale (non certo Darmian). Passa poi al Napoli, ma dal 2014 gioca col contagocce, prima in Inghilterra e poi al Milan, dove l’Udinese riesce a scaricarlo. Del resto a Milanello in questi anni è tempo di vacche magre, non ci sono più i campioni di una volta. Neanche con Inzaghi nasce il feeling: «Non sono stato io a cercare il Milan, loro mi hanno voluto, ma non gioco mai». E ci credo: in totale saranno 8 gare a livelli disastrosi. I tempi di Udine sono un lontanissimo ricordo, anche perché, passato al Flamengo, nello scorso Ottobre è stato beccato da moglie, suocero e figli in compagnia di due squillo. Incazzata nera, la Signora Armero lo ha preso a bastonate, tanto che i vicini hanno dovuto chiamare la polizia preoccupati dalle urla. Il giocatore ha smentito la notizia, ma c’è un precedente: nel 2011, a Udine, rifiutò l’etilometro e mostrò una patente falsa. E anche in quell’occasione, al suo fianco non c’era la moglie ma una ventenne romena. Eh beh, ma allora… Recidivo. Vota il Calciobidone 2015 [poll id="31"]