Calcio

Under 21, parte il nuovo ciclo di Di Biagio

Mercoledì 12 agosto, partirà il nuovo ciclo dell’Under 21 azzurra con un’amichevole in Ungheria. Gigi Di Biagio, rimasto in sella dopo un’Europeo poco brillante e concluso con l’eliminazione ai gironi, ha inaugurato il nuovo biennio con questi convocati, dove ben diciassette sono debuttanti. Portieri: Cragno (Cagliari), Provedel (Modena), Scuffet (Como); Difensori: Barreca (Cagliari), Calabresi (Livorno), Conti (Atalanta), Fontanesi (Sassuolo), Murru (Cagliari), Romagnoli (Roma), Somma (Brescia), Venuti (Brescia), Vicari (Novara); Centrocampisti: Benassi (Torino), Fazzi (Fiorentina), Gagliardini (Vicenza), Grassi (Atalanta), Mandragora (Pescara), Verre (Pescara); Attaccanti: Aramu (Livorno), Bernardeschi (Fiorentina), Boateng (Bari), Cerri (Cagliari), Garritano (Cesena), Parigini (Perugia), Rosseti (Cesena), Verde (Frosinone). Cosa emerge, scorrendo questa lista? Che in Serie A ci giocano pochi giocatori, molti dei quali riserve o in attesa di debuttare: Fontanesi del Sassuolo, Conti e Grassi dell'Atalanta, Benassi  del Torino, Bernardeschi e Fazzi della Fiorentina, Verde del Frosinone. Di questi, solo Fontanesi, Verde, Benassi e Bernardeschi hanno già debuttato nella massima serie. Altri ci hannomesso piede, ma passeranno tra i cadetti la stagione che sta per iniziare (è il caso del portiere Scuffet, ma anche di Verre, entrambi di proprietà dell’Udinese). Fatta la panoramica sui convocati, va detto che all’appello mancano diversi big, come Alessio Romagnoli (inizialmente chiamato ma poi rispedito a casa per permettergli le visite mediche con il Milan), Daniele Rugani (forse farà ormai parte della nazionale maggiore, ma è comunque utilizzabile in questo ciclo), Domenico Berardi e Danilo Cataldi. E se vogliamo, anche Bonazzoli, che di anni ne ha diciotto, ma che nell’Under 21 può starci tranquillamente (e probabilmente vi entrerà già da prima della conclusione di questo ciclo). Insomma, il cartello dei “lavori in corso” è ben visibile, con il solo Benassi ad aver toccato la doppia cifra delle presenze. La speranza è che l’amichevole contro i magiari dia subito indicazioni positive sui nuovi volti, perché il 9 settembre si giocherà per i tre punti, con le qualificazioni ai prossimi Europei che prenderanno il via, con la sfida a Reggio Emilia contro la Slovenia. Giovanni Del Bianco @g_delbianco