Basket

Re Lebron vince da solo

©  LaPresse

Con un "one man show" da 57 punti, la sua seconda prestazione in carriera, l'asso della Nba LeBron James ha spezzato la serie negativa dei Cleveland Cavaliers ed è diventato il giocatore più giovane nella storia della Nba ad aver raggiunto quota 29.000 punti, con i suoi 32 anni e 308 giorni

Uno show da 57 punti. La sua seconda prestazione in carriera. Il Re ha trovato il modo perfetto per aiutare la squadra a uscire da un momento molto difficile. l'asso della Nba LeBron James ha spezzato la serie negativa dei Cleveland Cavaliers, che durava da quattro giornate, scolpendo il suo nome nel 130-122 inflitto ai Washington Wizards in uno degli incontri della notte in Nba. Solo una volta il gigante di Akron aveva fatto meglio, quando nel marzo del 2014 segnò 61 punti per i Miami Heat contro gli Charlotte Hornets. Per raggiungere il nuovo bottino, James ha tirato ben 34 volte, centrando il canestro in 23 occasioni - record personale -, oltre a mettere a segno tutti i nove tiri liberi avuti a disposizione. Oltre a ciò, ha conquistato 11 rimbalzi e messo a segno sette assist e due stoppate. A contribuire a questo risultato deve essere stata senz'altro la rabbia di vedere la sua squadra, quella che da tre anni si gioca la finale per l'anello, ingabbiata in un tunnel di mediocrità. 

Il numero 23 dei Cavaliers è inoltre diventato il giocatore più giovane nella storia della Nba ad aver raggiunto quota 29.000 punti, con i suoi 32 anni e 308 giorni. Per James quella contro i Wizards è l’undicesima gara chiusa con 50 o più punti. James inoltre è anche l’unico insieme a Kobe Bryant ad aver giocato una partita da 50 o più punti alla sua 15esima stagione NBA. I 23 canestri realizzati sono il record in carriera per LeBron, da rimarcare anche il 9/9 ai liberi e le due triple.