Altro

Piris, sciagura stracittadina

Provenienza: San Paolo (Brasile) 2012-2013: Roma (Agosto 2012), 29 presenze, nessuna rete 2013-2014: Sporting Lisbona (Portogallo) Frase: «Giocare alla Roma è il massimo, sono qui per fare la storia» Le statistiche riferiscono che sia stato il primo calciatore paraguaiano della storia a vestire la maglia della Roma: viste le premesse, probabilmente sarà anche l'ultimo. Già a Settembre, nella debacle casalinga con il Bologna – quando si comincia a nutrire qualche dubbio sulla nuova Roma – si rende protagonista di una prestazione a dir poco disastrosa. Tuttavia Zeman insiste a schierarlo titolare e lui lo ringrazia mettendoci anche del suo, palesando grossolane lacune difensive e prestazioni a dir poco inguardabili. Paga forse l'inesperienza in un campionato difficile ma soprattutto i propri limiti tecnici; fatto sta che nonostante l'innegabile impegno – almeno su questo non si discute – colleziona moltissime insufficienze in pagella, arrivando anche ad essere contestato dai tifosi quando, nel Derby di andata, consegnò su un piatto d'argento una palla d'oro a Mauri, che realizzò la rete della vittoria. Nella Capitale, inutile a dirsi, è un errore gravissimo, che vale il Foglio di Via. Sopravvalutato. Cristian Vitali (Calciobidoni.it) [poll id="59"]