In Edicola

Bianchini. Le mie bombe

Bianchini. Le mie bombe

Paolo Viberti
BIANCHINI. LE MIE BOMBE
Bradipolibri, 344 pagine, 18 euro

Il “vate”. Così è soprannominato Valerio Bianchini, primo allenatore nel basket italiano riuscito a vincere tre campionati in tre città diverse (a Cantù, a Roma e a Pesaro). In questo libro-intervista scritto dal poliedrico giornalista piemontese Paolo Viberti - in questa rubrica fu segnalato anche “L’inconscio di Coppi” - scopriamo i motivi che si celano dietro quel soprannome, che risiedono non solo sulla sua maestria tattica, ma anche nel suo “verbo” e nella sua filosofia, riconosciuti da tutti i giocatori e gli addetti ai lavori che si sono affiancati a lui negli irripetibili anni Ottanta, quando la pallacanestro italiana verteva sul duello, anche dialettico, tra Bianchini e Peterson. L’universo della palla a spicchi è cambiato radicalmente nell’ultimo trentennio: in questa lunga chiacchierata il tecnico lombardo abbina al ricordo personale le sue idee sulle trasformazioni subite dal movimento cestistico e sugli errori in serie della federazione. Ed è qui che vengono sganciate le “bombe” del titolo: “La struttura federale è un sistema perverso che ha consentito a chi ha potere di rimanere al suo posto tutta la vita”; “Il professionismo dovrebbe creare profitti, non debiti come accade da noi”; “Abbiamo un patrimonio di ragazzi di 18-19 anni che viene letteralmente buttato via, in quanto manca un livello di espressione adatto a loro”; “È un basket usa e getta, senza narrazione. Le squadre non hanno più un’anima e sono come uno smartphone, che si cambia almeno una volta l’anno e di cui ci si scorda subito perché il nuovo modello pare più godibile del vecchio”. Prefazione di Franco Arturi, editorialista della Gazzetta dello Sport; a centro libro, una carrellata fotografica dei momenti più esaltanti di una carriera ricca di trionfi.

Edizione digitale

Sempre con te.
Un unico abbonamento per rimanere sempre aggiornato, ovunque tu sia, su PC, Tablet e Smartphone (iOS e Android)

Abbonati